Un traduttore dell equipaggio

Forse il malinteso più popolare sul lavoro di un traduttore è che ci sia presumibilmente una traduzione letterale tra due lingue diverse, il che si traduce in una traduzione chiara e poco automatica. Sfortunatamente, le realtà sono al contrario, e la procedura di traduzione è quasi sempre piena di possibilità, così come la combinazione non intenzionale di idiomi e l'uso di entrambi i linguaggi Molti principianti nella professione privata di traduttori provengono dal falso assunto che la loro professione sia determinata al gruppo scientifico esatto e presuppongono erroneamente che vi siano strette relazioni tra termini e frasi specifici in lingue opposte. Un ulteriore equivoco è che esistono alcune forme di traduzione che possono essere duplicate come in crittografia.

Il lavoro del traduttore non riguarda solo la codifica e la decodificazione non riflessive tra la lingua di partenza e quella di destinazione, pur mantenendo il dizionario come un aiuto scientifico, perché il lavoro del traduttore non assomiglia al traduttore. A volte dobbiamo lavorare con le traduzioni automatiche (conosciute anche come traduzioni automatiche o informatizzate, cioè i testi tradotti automaticamente da un programma per computer. Sebbene la tecnologia dei traduttori sia in costante aggiornamento e implementazione di soluzioni innovative, l'influenza della macchina non rappresenta un livello soddisfacente. Ciononostante, il software specializzato di traduzione assistita da computer (CAT viene sempre più trattato, il che aiuta il processo di traduzione attraverso i traduttori.

Non è difficile chiedere professionisti in città lunghe come Varsavia, ma dare a questo posto un compito complesso che richiede all'autore di tradurre grandi conoscenze, grande interesse e preparazione sostanziale. Esistono tuttavia differenze stilistiche e di punteggiatura tra le lingue sottoposte a traduzione, che complicano ulteriormente la procedura di traduzione. Tra i problemi linguistici per i quali viene trovato un traduttore inglese, il cosiddetto interferenza linguistica, cioè inconscia che combina le caratteristiche della lingua primaria e di quella target in segni apparentemente simili (ad esempio l'aggettivo inglese patetic & nbsp; non significa patetico, solo patetico. A volte le parole di lingue diverse suonano quasi allo stesso modo e le loro rappresentazioni appaiono completamente diverse, quindi il traduttore deve essere qualificato non solo in termini linguistici, ma anche in termini di conoscenza dei risultati culturali degli utenti di un determinato discorso.