Tipi di estintori e loro utilizzo

Gli incendi che si verificano in locali separati con bassa capacità cubica vengono spesso estinti con il vapore.Il vapore viene prelevato negli interni dove la massa è di circa 500 m3. Dovrebbero quindi esserci posti stretti.Vapore come metodo di estinzione dell'incendio "estintore a vapore" non viene utilizzato su superfici aperte, a causa della sua gravità specifica molto semplice, che si traduce in incapacità di raggiungere la concentrazione di estinzione appropriata.

Anche nel caso di locali piccoli ma con perdite, l'uso del vapore antincendio è anche quasi forte ed efficace.

Le sale più comuni dove viene prelevato vapore per sicurezza e antincendio sono: essiccatori per materiali infiammabili e legno, pompaggio di prodotti petroliferi, caldaie per vulcanizzazione, colonne di rettifica e navi.Questo materiale estinguente si riferisce anche agli incendi dei solidi che non possono essere estinti in un prodotto con acqua.

Il vapore acqueo probabilmente vive anche usato per estinguere incendi liquidi la cui temperatura è di almeno 60 ° C. L'estinzione o la protezione del luogo dell'incendio con il vapore sarà particolarmente buona quanto più bella sarà la temperatura di accensione del liquido.

L'uso del vapore provoca la diluizione di gas infiammabili nella zona di combustione. C'è anche una riduzione della concentrazione di ossigeno a un tale valore a cui è impossibile un'ulteriore combustione. In una miscela di vapori e alcoli all'interno della zona di combustione e un rischio di incendio del 35%, la concentrazione di vapore acqueo arresta il processo di combustione e non è possibile alcuna ulteriore combustione.

Il processo di estinzione è perfettamente efficace quando si utilizza vapore saturo, che viene fornito ad una pressione da 6 a 8 atmosfere.